Vai menu di sezione

Sistema Pubblico di Connettività

Il Consorzio Bim Piave, ha provveduto a stipulare in nome e per conto degli Enti Locali provinciali, un unico contratto per 80 Enti Locali Provinciali con Telecom (aggiudicataria della parte n° 4 della specifica gara bandita dal CNIPA – Centro Nazionale per l’Informatica della Pubblica Amministrazione), per il collegamento alla infrastruttura nel nuovo Sistema Pubblico di Connettività (S.P.C.), istituito dal Consiglio dei Ministri con Decreto Legislativo n. 42/2005, che risponde a tutti i requisiti tecnici e di sicurezza previsti per gli Enti Pubblici indispensabile per gli sviluppi del processo di innovazione tecnologica per i servizi al cittadino, come richimato sul piano industriale per l’innovazione del Ministero e del CNIPA. Nel 2009 è previsto un’ulteriore amplimento degli attuali collegamenti in base alle richieste pervenute.

In particolare, l’accordo ha permesso di risolvere tutte le problematiche dei Comuni collegati con ISDN, attraverso ai quali è stato eseguito un collegamento con C.D.N. (Collegamento Diretto Numerico) che ha risolto per i comuni i problemi legati al Digital Divide, oltre a garantire importanti risparmi per i singoli Enti, anche in considerazione che la quota “una tantum”, di ciascun comune è stata posta a carico del Bilancio Consorziale.
 
Analogamente il Consorzio BIM nell’ambito dei servizi offerti dal C.S.T., si è fatto carico del collegamento sempre  in SPC per l’uscita centralizzata su Internet (8 mega bit) per tutti i Comuni e Comunità Montane della Provincia nell’ambito delle attività del C.S.T..
 
E’ in fase di definizione inoltre il collegamento alla rete Overnet della Regione Veneto;
 
Tutti gli aspetti tecnici legati alla gestione di dette reti sono seguiti da personale tecnico di SIT.

Pagina pubblicata Lunedì, 27 Aprile 2015 - Ultima modifica: Mercoledì, 03 Maggio 2017
torna all'inizio del contenuto